ju jitsu Milano

JU-JITSU bambini

Il Ju Jitsu è una Arte Marziale, uno Sport, un’attività Formativa e può essere praticata dai bambini e ragazzi a partire dai 9 anni di età. L’aspetto Marziale della Disciplina educa i giovani al rispetto reciproco e all’autocontrollo, quello Sportivo e Formativo al confronto, alla consapevolezza delle proprie capacità, alla socialità e, con divertenti giochi propedeutici, allo studio delle tecniche marziali Il Ju Jitsu è un’attività motoria efficace per lo sviluppo armonico del corpo, del coordinamento neuromuscolare e per il miglioramento delle proprie prestazioni fisiche durante la crescita.

 

Giorni e orari

  • Data inizio: Mercoledì, 19 Settembre 2018
  • Giornate: mercoledì
  • Orari: 16.45-17.30/17.30-18.30/18.30-19.30
  • Info: 3-4 anni/5-6 anni/7-9 anni

Per ulteriori informazioni contattare la segreteria di Corte Regina
338 66 11 784
Contattaci via email

Istruttore

JU JITSU adulti/JU JITSU bambini
1970 - 1977 Judo: Atleta di interesse Nazionale
1977 Diplomato a Roma all'Accademia Nazionale Italiana Judo F.I.J.L.K.A.M. – C.O.N.I (Federazione Italiana Judo Karate Arti Marziali)
Insegnante Tecnico di Judo – Ju Jitsu – Difesa Personale MGA (Metodo Globale Autodifesa) con la qualifica di Maestro Cintura Nera 6° Dan
Gradi: 1° Dan 1976, 2° Dan 1979, 3° Dan 1983, 4° Dan 1986, 5° Dan 1995, 6° Dan 2001
1978 - 2008 Direttore Tecnico: ASD YAMATO MILANO
1980 - 1984 Direttore Tecnico CUS Milano dal 1983 Membro della Commissione Regionale e
Nazionale per gli Esami a 1°, 2°, 3° e 4° Dan
1985 - 1989 Commissario FIJLKAM - FITA (Federazione Italiana Taekwondo) - CONI Lombardia per il settore Karate e il settore Taekwondo
1986 - 1992 Direttore Tecnico: AS NIPPON CLUB MILANO
1989 - 1993 Vice Presidente Comitato Regionale Lombardo FIJLKAM
1993 Insegnante Tecnico 5° Dan della World Ju Jitsu Kobudo Organization
1993 - 1994 Responsabile coordinamento Insegnanti Tecnici. Lombardia WJJKO
1993 - 1995 Consulente della POLIZIA DI STATO - 3° REPARTO MOBILE MILANO per la Difesa Personale - Judo - Ju Jitsu
1994 - 1995 Insegnante Difesa Personale presso la Scuola Detective Milano
1994 - 1995 Consulente dell'Agenzia AIR SECURITY SERVICE - MILANO per la Difesa Personale
1995 Roma - Diplomato Insegnante FIPCF (Federazione Italiana Pesistica Cultura Fisica) - CONI
1996 - 2004 Fiduciario Regionale Lombardia Settore Tecnico JuJitsu FIJLKAM - CONI
1996 - 1997 Consulente dell'ISTITUTO DI VIGILANZA CITTÀ DI MILANO per la Difesa Personale
1998 - 2001 Insegnante di Difesa Personale presso l´ISTITUTO P.P. PASOLINI in Via Bistolfi, 15 Milano in orari di frequenza scolastica (Educazione Fisica)
2002 - 2004 Fiduciario Regionale Lombardia Settore Tecnico MGA - Difesa Personale FIJLKAM -CONI
2003 - 2007 Docente per i Corsi di Difesa Personale organizzati dal Consiglio di Zona 2 – 5 di Milano
2006 Responsabile dei Corsi di Aggiornamento Tecnico Tecniche Operative e Autodifesa per le Forze di Polizia presso il Comune di Vimodrone
2007 - 2010 Docente per il Comune di Milano nell’ambito dei Corsi di Tutela Personale rivolta alle donne denominato “Fai la mossa giusta: previeni, diventa una Cintura Rosa”
dal 2012 Docente Fedederale Nazionale MGA (Metodo Globale Autodifesa) FIJLKAM
dal 2014 Responsabile Settore Tecnico “Difesa in Rosa”
dal 2015 Docente Regionale Progetto "4S - Sport, Scuola, Salute, Sicurezza" per i Licei Lombardi
2015 Corso di “Difesa in Rosa” dedicato alle operatrici Assistenti Sociali del Comune di Vimodrone Insegnante Tecnico per le citate discipline presso: 1977 - 1979 A.S. VOGHERA, A.S. BUSNAGO
1977 - 1979 A.S. JUDO CLUB CERNUSCO
1986 – 1992 A.S. NIPPON CLUB MILANO
1978 – 2008 A.S.D. YAMATO MILANO
Attualmente:
 Insegnante Progetto Judo Virgin Active Milano – FIJLKAM
 Docente Federale Nazionale M.G.A. – FIJLKAM
 Insegnante di Judo A.S.D. Kuamka – Vimodrone

Altri corsi interessanti

Utilizzando con un approccio ludico le tecniche base del judo, si propone di aiutare i bambini a raggiungere una migliore conoscenza e coscienza corporea e sensoriale. Il corso si rivolge alle bambine e ai bambini in età prescolare, dai 4 ai 6 anni. Anche per i più piccini, infatti, il Judo rappresenta un ottimo metodo per aiutare ad accrescere i sentimenti di sicurezza, fiducia , amicizia e solidarietà, per canalizzare positivamente le tendenze all'aggressività, gelosia e competizione e per educare a stare con gli altri con spirito di collaborazione e accettazione delle regole della vita.

 

Le danze soliste si distinguono in base al ritmo musicale su cui vengono eseguite (jig, slip jig, reel o hornpipe) e a seconda del tipo di scarpe indossate: “light shoes” (note anche come “soft shoes”) o “heavy shoes” (note anche come “hard shoes ” e “jig shoes”). Le prime sono scarpe leggere simili alle mezzepunte da danza classica, mentre le seconde sono scarpe pesanti simili a quelle da tip tap, dotate di una punta in vetroresina e di un tacco in legno vuoto per produrre un suono… e fare davvero tanto “rumore”! I corsi “Solo” per ragazzi prevedono l’insegnamento delle danze soliste e l’utilizzo di entrambe le tipologie di scarpe (light e heavy), con graduale aumento della difficoltà nel corso dell’anno accademico. Lo scopo principale è il divertimento praticando però una disciplina artistica e sportiva a tutti gli effetti con l’insegnamento dei valori positivi che ne consegue. Ci sarà però anche la possibilità di preparare esami, competere in gare internazionali fino a giungere, per volontà e merito, anche ai mondiali a cui l’insegnante Perla ha partecipato nel 2017 e nel 2018 qualificandosi tra le prime 5 agli europei.

Metodo israeliano di autodifesa, nato per essere efficace, sviluppato anche nella vita civile, con grande attenzione degli aspetti emotivi e psicologici dell’allievo e dell’aggressione. Il Corso è rivolto a ragazze e ragazzi e  permette di acquisire abilità tecniche di autodifesa per ogni tipo di aggressione. L'allenamento del Krav Maga si realizza attraverso esercizi fisici di rafforzamento muscolare, postura, coordinazione, resistenza e stretching specifici per bambini e preadolescenti. La parte prettamente tecnica è svolta in totale sicurezza e in un contesto dinamico,improntato alla socializzazione, alla disciplina, al rispetto e al controllo del proprio corpo e della propria mente. Il Krav Maga è la sintesi di numerose arti marziali: Judo, Ju-Jitsu, Boxe, Karate ecc... dalle quali è stato preso il meglio per una idonea autodifesa in qualsiasi posizione (in piedi, a terra, corpo a corpo, a distanza ecc...). Le ragazze e i ragazzi  grazie alla capacità di attenzione sviluppata con la pratica, saranno sempre pronti e in grado di riconoscere una situazione di potenziale pericolo in qualsiasi luogo o circostanza, sapranno come comportarsi quando sono soli per strada, quando prendono un mezzo pubblico, quando vengono fermati da sconosciuti ecc..., individuando la soluzione migliore da adottare con la giusta sagacia.

lunedì-mercoledì (13-17 anni) -sabato (8-12 anni)

 

La capoeira è uno sport perfetto per i bambini già a partire dai cinque-sei anni. Si tratta infatti di un’attività estremamente completa che, ai benefici delle arti marziali, associa la componente ritmica e musicale. I bambini imparano non solo a muoversi, acquisendo una grande agilità, ma a costruire e a suonare gli strumenti tradizionali. Ma la capoeira ha anche una forte valenza sociale. I piccoli capoeristi entrano infatti a far parte di una sorta di grande famiglia. Un altro aspetto non trascurabile quando si tratta di attività da proporre ai bambini  è la componente ludica: la capoeira è divertente. E’ un gioco che permette di esprimere le proprie potenzialità e di acquisire, attraverso la padronanza del proprio corpo, una maggiore sicurezza in sé.

 

E‘ una disciplina completa per educare corpo e mente ad un migliore impiego delle proprie e altrui energie, il tutto, in un clima di collaborazione, reciproco rispetto e prosperità. Il judo ha finalità educative: questo significa che attraverso la sua pratica é possibile educare la persona, cioé "tirar fuori" dal suo essere capacità e qualità tali da contribuire al miglioramento dell'individuo e della società nel suo insieme.Il combattimento nel judo trascende il consueto significato di "agonismo" per approdare a un concetto molto più ampio di "collaborazione" in cui entrambe le persone partecipano al fine di raggiungere un risultato comune molto più grande. Il judo può essere anche sport, ma non é questa la sua unica finalità. Ecco perché si ritiene più coerente parlare di "judo tradizionale" in alternativa (non in contraddizione) ad un "judo sportivo".Oggi il judo tradizionale si pone alla società contemporanea come una esperienza multiforme attraverso cui é possibile allenare corpo e spirito al fine di una migliore armonia di entrambe. Praticando il judo si impara a conoscere gli altri e soprattutto sé stessi. Come uno specchio, il judo riflette la nostra anima e ci costringe a guardarla senza veli, così com’é e questo ci permette di affrontare meglio la vita.

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Privacy Policy.